';

Dove non è obbligatorio mostrare il green pass? Cosa si può fare senza?
08 Set 2021 19:24

Il green pass – ovvero il certificato vaccinale che attesta la guarigione o la vaccinazione dal Covid-19 o il tampone negativo nelle ultime 48 ore – è il tema più gettonato dalle discussioni tra gli italiani, oggetto di diatribe politiche e di manifestazioni di protesta nelle piazze, più o meno frequentate.

Parrucchieri e centri estetici: si può accedere a questi servizi senza mostrare il certificato vaccinale ma, naturalmente, bisogna seguire tutte le regole note per evitare di contagiarsi. Invece, il green pass è necessario per recarsi nei centri termali e nelle SPA, anche quelle che si trovano all’interno degli alberghi.

Ristoranti e bar: il green pass non è necessario per mangiare all’aperto o per prendere un caffè al bancone di un bar. Non serve neanche nei ristoranti al chiuso degli alberghi in caso di pernottamento.

Piscine, palestre e centri benessere: valgono le stesse regole dei ristoranti, cioè non è obbligatorio il green pass per accedere alle strutture all’aperto.

Chiese: non serve il certificato vaccinale per andare a Messa o per pregare negli altri momenti della giornata.

Viaggiare: in questo caso il green pass è elemento indispensabile per spostarsi tranne se si viaggi sui treni regionali e locali. Non serve il certificato verde per imbarcarsi sui traghetti che operano all’interno della stessa Regione o su quelli che vanno da Messina (Sicilia) a Villa San Giovanni (Calabria). Niente green pass, per il momento, anche per usare autobus urbani, metro, tram e taxi. Non serve neanche per salire a bordo dei pullman che collegano fino a due regioni diverse.

Non è richiesto – per ora – per andare a scuola (elementare, media o superiore) a frequentare le lezioni.

Lavoro: Dal 15 ottobre, in virtù del DL Green Pass, il certificato vaccinale sarà obbligatorio nei posti di lavoro pubblici (Pubblica Amministrazione) e privati. Tra le misure presenti nel DL le multe solo per i lavoratori che vengono beccati sul posto di lavoro sprovvisti di green pass. Nessuna multa, invece, per chi si presenta al tornello sprovvisto di green pass ma sarà ‘rispedito’ a casa e figurerà come assente ingiustificato. Dopo 5 episodi di questo tipo, però, dovrebbe scattare la sospensione dal posto di lavoro e della retribuzione


Dalla stessa categoria

Lascia un commento