';

Quali sono le droghe dello stupro? Quali sono i loro effetti?
23 Set 2021 12:36

Le ‘droghe dello stupro‘ sono chiamate così perché rendono più facile un’aggressione sessuale. Nel dettaglio, hanno lo scopo di:

Le droghe da stupro più comuni sono:

ALCOL

L’alcol è la droga da stupro più popolare e più facilmente disponibile. Circa la metà degli stupri tra conoscenti riguarda il consumo di alcol da parte dell’autore, della vittima o di entrambi.

L’alcol riduce le inibizioni di una persona e la rende meno consapevole di ciò che la circonda. Può anche stimolare il comportamento aggressivo degli stupratori e aumentare la loro volontà di danneggiare gli altri.

BENZODIAZEPINE

Le benzodiazepine sono una classe di farmaci anti-ansia che possono anche causare la sonnolenza. Alcuni di questi farmaci, tra cui Xanax (alprazolam) e Rivotril (clonazepam), possono essere usati come droghe da stupro.

Il farmaco più popolare per lo stupro delle benzodiazepine è il Rohypnol (flunitrazepam). Rohypnol fa sentire la vittima molto rilassata, indebolisce i muscoli e può causare la perdita del controllo muscolare. Alcune vittime perdono conoscenza o si sentono stordite e confuse.

Dopo che il Rohypnol svanisce, alcune vittime non ricordano cosa sia successo. Il Rohypnol si presenta sotto forma di pillola ma può essere sciolto in un liquido, come una bevanda alcolica.

KETAMINA

La ketamina è un anestetico che agisce rapidamente per provocare la sensazioni di rilassamento. Le vittime possono perdere conoscenza o essere confuse e compiacenti. Potrebbero non ricordare cosa è successo mentre erano sotto l’effetto della droga.

A differenza della maggior parte delle altre droghe da stupro, la ketamina agisce quasi immediatamente. Una vittima potrebbe non avere il tempo di rendersi conto di essere stata drogata.

A dosi elevate, la ketamina può causare problemi respiratori che possono essere fatali.

La ketamina si presenta come una polvere bianca che può cambiare il gusto di una bevanda. Di conseguenza, i perpetratori a volte lo usano in bevande alcoliche dal sapore forte che possono mascherare la presenza della droga.

GHB

L’acido gamma-idrossibutirrico (GHB) è una forma farmacologica di un neurotrasmettitore che si trova naturalmente nel corpo. I neurotrasmettitori sono sostanze chimiche che aiutano i nervi a inviare e ricevere segnali.

Il GHB rallenta l’attività nel sistema nervoso centrale, facendo sentire gli utenti intontiti, assonnati e potenzialmente confusi.

A basse dosi, il GHB può causare nausea e vomito. A dosi più elevate, può causare perdita di coscienza, convulsioni, difficoltà a vedere e incapacità di ricordare cosa è successo.

Il GHB è facile da sovradosare ed è spesso prodotto in “laboratori” domestici. Di conseguenza, le vittime possono ammalarsi gravemente dopo essere state drogate con GHB e possono essere fatali.

Il GHB, noto come ‘estasy liquida’ è un liquido incolore e inodore, quindi una vittima potrebbe non avere idea di essere stata drogata.

GBL

Il GBL è il gamma-butirralattone ed è simile al già citato GHB, inseriti in base al Testo Unico sugli Stupefacenti (DPR 309/90) e alle successive modifiche apportate con la Legge 79/2014, nella tabella degli psicofarmaci benzodiazepine e, pertanto, tra le “sostanze stupefacenti e psicotrope poste sotto controllo internazionale e nazionale” e “collegate al sistema sanzionatorio per gli usi illeciti”.

Il GBL, così come il GHB, fanno effetto di solito dopo un quarto d’ora dall’assunzione. Altri effetti: anestesia, svenimento, vertigini, allucinazioni, stati di confusione e difficoltà motorie. Gli effetti posono aumentare se combinati con altre sostanze stupefacenti o bevande alcoliche.


Leggi anche questi articoli

Dalla stessa categoria

Lascia un commento